Una lunga tradizione di agricoltori

Goio Carlo il capostipite della famiglia
Goio Francesco

Le nostre ricerche genealogiche ci fanno risalire al lontano 1844 con la nascita di Goio Carlo. Trasferitosi dalla provincia novarese a quella vercellese, gli eredi Goio Francesco e poi Goio Mario riprendono le attività di agricoltura della famiglia.

E’ nel 1970 che Goio Piero prende le redini dell’azienda, coltivando in maniera intensiva il riso, e facendo uso, come era convenzionale all’epoca, di pesticidi e fertilizzanti chimici. Nei primi anni ’90 iniziano i primi ripensamenti sulla coltivazione convenzionale e cosi’ l’Azienda aderisce alla Reg. CEE 2078/92, una pratica relativa a metodi di produzione agricola compatibili con le esigenze di protezione dell’ambiente e con la cura dello spazio naturale.

Familia Goio Mario
Stefania Goio e Piero Goio al giorno d'oggi

Nel 2012 Goio Piero decide di lasciare spazio alla nuove generazioni e nel dicembre dello stesso anno subentra come titolare la figlia Goio Stefania.

 

Nel 2015 la svolta : decidiamo di abbandonare concime e diserbi per coltivare la terra con un metodo più sano e rispettoso della Natura e ispirato ai procedimenti già usati tradizionalemente.

 

Questo ci permette, oltre a produrre un riso sano e naturale, anche una maggiore sostenibilità ambientale ed economica.